Interventi al complesso di San Paolo

Continuano incessantemente gli interventi di messa in sicurezza post-sisma del patrimonio storico-architettonico della città. Questa volta la protagonista è la chiesa di San Paolo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto: pagina Facebook di Aldo Modonesi

Un po’ di storia…

Facciata della chiesa di San Paolo

L’edificio fu ricostruito nelle forme attuali dopo il terremoto del 1570 dall’architetto Alberto Schiatti. A fianco esiste ancora l’ex convento, con due eleganti chiostri.
All’interno del tempio si trovano affreschi e pregevoli dipinti di vari secoli, soprattutto dal XVI al XVII, che fanno di questa chiesa un “museo” degli artisti ferraresi del tardo Rinascimento. Nella navata sinistra si notano in particolare La discesa dello Spirito Santo dello Scarsellino nella terza cappella, La Resurrezione e La Circoncisione di Bastianino nella quarta e nella quinta. Altre opere sono collocate nella navata opposta: La nascita di San Giovanni Battista di Scarsellino nella terza cappella, L’Annunciazione di Bastianino nella quinta. Nel transetto destro, sotto l’organo, si ammira il San Girolamo di Girolamo da Carpi. Di Domenico Mona sono L’adorazione dei Magi dietro l’altare maggiore e, ai lati del resbiterio, La conversione e La decollazione di San Paolo. Nel catino absidale si ammira Il ratto di Elia, di Scarsellino, un affresco che aprì una nuova stagione nella pittura italiana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...