Per le chiese terremotate servono 330 milioni di euro


da La Repubblica del 21/11/2012

«Serviranno 330 milioni di euro per ricostruire le 515 chiese danneggiate dal terremoto,e queste sono solo un quarto del patrimonio artistico colpito». Lo dice Carla Di Francesco, direttore per i Beni culturali dell’Emilia-Romagna, presentando a Carpi la situazione a sei mesi dal sisma. Nelle casse della direzione regionale, però, ci sono soli 7 milioni, precisa il ministro Lorenzo Ornaghi: «4 in base alla legge 112/2012 e il resto da fondi del ministero».
Insomma, il traguardo ricostruzione è ancora lontano.
Quei 7 milioni servirebbero, ad esempio, per il solo Castello dei Principi di Carpi. «Anche se avessimo tutti i finanziamenti, non chiuderemmo i lavori domani. Serve un progetto condiviso su come organizzare le priorità a fronte di 1.500 beni artistici danneggiati», avverte la Di Francesco. Priorità che preoccupano anche Ornaghi: «Nei prossimi mesi commissario, Regione e comuni devono decidere a quali beni metter mano per primi».
Una cosa, per il ministro, è certa: «Tra le urgenze, il patrimonio artistico è sullo stesso piano di scuole, fabbriche, ospedali, perché crea l’identità di una comunità». Gli interventi sui beni culturali sono tanti: recupero di archivi storici, riapertura di musei e biblioteche, salvataggio di quadri, statue, strumenti (1.223 opere sono conservate al Palazzo Ducale di Sassuolo). Ma su 2.200 edifici tutelati danneggiati, sono soprattutto le chiese a portare le ferite dal sisma, con danni che vanno dal crollo del timpano alla distruzione totale. Nel bolognese 127 chiese necessitano di interventi per 40 milioni, a Ferrara 164 per 88 milioni, a Modena 146 per oltre 162 milioni. «E poi due perdite dolorose, il municipio di S.
Agostino e il campanile di Cento», aggiunge la Di Francesco, che ammette: «Sui beni culturali va fatta prevenzione, solo dal 2008 abbiamo adottato le normative antisismiche». In una strada in salita, c’è un primo risultato raggiunto, secondo Ornaghi: «Evitare che l’emergenza si cronicizzasse. Alla direzione regionale sono arrivati 366 progetti per messe in sicurezza o ricostruzioni: all’87% di questi abbiamo già risposto».

di LUCA BORTOLOTTI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...