Sbloccati i fondi europei da destinare all’Emilia


da La Nuova Ferrara del 14/11/2012

Il consiglio Ue ha trovato un accordo sull’assegnazione dei 670 milioni di euro La soddisfazione di Monti, Errani, Muzzarelli e dei parlamentari italiani

Il consiglio dell’Unione Europea ha trovato ieri un accordo a maggioranza qualificata per destinare 670 milioni di fondi alle popolazioni dell’Emilia colpite dal terremoto del maggio scorso. L’annuncio è stato dato dalla presidenza di turno cipriota. Solo tre paesi (Regno Unito, Finlandia e Svezia) si sono opposti alla proposta della presidenza di stralciare questo ammontare dagli altri fondi necessari per la rettifica del bilancio 2012, in particolare i 9 miliardi necessari per pagare le fatture già emesse (anche per il programma Erasmus). «Colgo l’occasione per esprimere la soddisfazione per il via libera definitivo per i fondi Ue per il terremoto in Emilia sul quale nei giorni scorsi ci siamo intensamente adoperati per arrivare ad un giusto e doveroso risultato». Lo ha affermato il premier Mario Monti nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi al termine dell’incontro con il primo ministro britannico, David Cameron. «La notizia dello sblocco dei fondi per il terremoto ci riempie di soddisfazione, questa è l’Europa che ci rappresenta tutti». Così il commissario per la ricostruzione e presidente della regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, ha commentato l’accordo sui contributi destinati alle aree colpite dal sisma, raggiunto ieri durante le riunioni preparatorie dell’Ecofin. «Abbiamo fatto bene, sin da subito, a riporre fiducia negli impegni già presi dalla commissione europea. Voglio ringraziare i parlamentari italiani ed europei, il nostro governo e quanti si siano mobilitati per sostenere il giusto diritto delle popolazioni terremotate a un sostegno solidale che sarà molto importante nella fase di ricostruzione già avviata». «Il nostro Paese deve dare un buon segnale, deve dare un nuovo segnale di responsabilità». Così si è espresso l’assessore Gian Carlo Muzzarelli, che conferma l’impegno a un corretto e proficuo uso dei fondi Ue. «Quelle risorse servono – ha spiegato Muzzarelli – vanno a rimettere in moto le opere pubbliche e noi dovremo dare il buon esempio, utilizzarle al meglio e dimostrare all’Unione europea che siamo persone serie e che ci si può fidare di noi». «Lo sblocco dei fondi per l’Emilia da parte dell’Ue è la prova che quando il Paese reagisce unito, riesce a ribaltare situazioni potenzialmente negative e sfavorevoli – afferma il vicepresidente vicario del parlamento europeo, Gianni Pittella (Pd) – va rilevato che la compattezza e l’autorevolezza del parlamento europeo sono stati elementi decisivi per la buona riuscita di una vicenda che rischiava di trasformarsi in un pessimo precedente per l’unione europea. Continueremo in futuro a vigilare per evitare che possano ripetersi episodi simili, che indeboliscono non solo l’Italia ma l’intera Europa» . «E’ la conclusione che aspettavamo e per la quale abbiamo lavorato senza tregua – commentano lo sblocco dei fondi ai terremotati dell’Emilia Francesca Balzani, relatrice S-d per il bilancio 2012 e Giovanni La Via (Ppe), relatore bilancio 2013 – le incertezze sul finanziamento di questi aiuti stavano creando confusione e sconforto nei cittadini. Questo sblocco totale, dopo molte tensioni, è anche il frutto dell’ottimo lavoro di squadra che il nostro Paese ha svolto. Tutti i livelli istituzionali si sono mossi in grande sintonia. Il parlamento europeo ha svolto un ruolo decisivo mostrandosi pronto a bloccare tutti i negoziati se non fosse arrivato in tempi rapidi il via libera ai fondi per il terremoto. Una prova di grande solidarietà».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...