Il terremoto non ci piega… Ripartiamo!


È con il supporto strategico del Ministero del Turismo presieduto da Piero Gnudi che le regioni più colpite dal sisma di maggio, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, si rilanciano nel mercato turistico. Grazie a un “artistico Quadrilatero”…

da Trend del 11/10/2012 , di Maria Paola Quaglia

Ripartiamo Insieme. E lo slogan della campagna promozionale presentata dal Ministero per gli Affari Regionali, Turismo e Sport, per supportare, turisticamente, le zone colpite dal terremoto dello scorso maggio. Le aree interessate sono le province di Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Bologna, Mantova, Rovigo e il Delta del Po: zone di eccellenza turistica, alimentare e artistica. Il progetto, il cui incarico è stato affidato dal ministro Piero Gnudi alla “Struttura di missione per il rilancio dell’immagine dell’Italia”, coordinata dall’esperta Flavia Maria Coccia, è il risultato di un tavolo di lavoro composto da Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Condiviso con entusiasmo l’obiettivo, le regioni hanno unito le risorse per dare ampio sostegno al territorio, incentivando turismo nazionale e straniero. Particolare attenzione viene data ai flussi provenienti da Gran Bretagna, Germania e Russia. Lo scopo della campagna è la valorizzazione degli aspetti peculiari e delle eccellenze di questo territorio – come detto: cultura, arte, enogastronomia, natura – che sono una straordinaria risorsa. Risorsa sulla quale far leva per intercettare tanti turisti: italiani naturalmente, e stranieri, sia di paesi che tradizionalmente amano l’Italia, sia di paesi emergenti, come Cina, India, Brasile. La campagna valorizza le specificità dei territori e per questo si sovrappone con le realtà classificate dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Da questi presupposti nasce il progetto “Quadrilatero dell’Unesco”, proposta di itinerario integrato, facilmente fruibile ed ideale per condividere suggestioni uniche. L’iniziativa è volta a sottolineare pure l’elevata qualità dei servizi offerti da sempre nell’area, frutto di un’imprenditorialità vivace, professionale e di lunga tradizione. Che il terribile sisma non ha intaccato. «Il progetto “Quadrilatero dell’Unesco” – ha detto il ministro del Turismo Piero Gnudi – nasce dalla collaborazione avviata con le regioni subito dopo il terremoto per contrastare possibili effetti negativi sul settore turistico. I numeri della stagione estiva ci dicono che la crisi economica ha condizionato questa industria, provocando una flessione, in parte contrastata dalle presenze internazionali». Aggiunge Maurizio Melucci, assessore al turismo della regione Emilia Romagna: «Con questa iniziativa vogliamo far conoscere all’Italia e ai mercati europei le aree colpite dal sisma. In particolare le nostre grandi città d’arte che sono pronte ad accogliere i turisti fornendo le stesse opportunità di prima del disastro, dai grandi eventi al patrimonio culturale ed artistico. Il progetto serve poi a promuovere in maniera unitaria la nuova opportunità rappresentata dal “Quadrilatero dell’Unesco”». Il ministro Gnudi ha poi posto l’accento sull’impegno che il dicastero sta mettendo nel rilancio del comparto turistico grande risorsa economica del nostro Pil, ahimè al momento ancora a livello potenziale – anche in ambito nazionale: «Per cogliere le grandi e reali opportunità di sviluppo rappresentate dall’industria delle vacanze, dobbiamo cambiare passo e il metodo adottato per questo progetto è, a mio avviso, quello vincente. Un’azione di sistema tra governo, regioni ed operatori, che presenta in modo coordinato ed omogeneo il “prodotto Italia”. È quello che stiamo facendo con il “Piano Strategico per il Turismo”, che punta a creare le condizioni per valorizzare l’offerta unica del Paese, con il contributo di tutti gli attori del sistema». La campagna, appena partita e che continuerà fino a dicembre, prevede un educational per condurre giornalisti inglesi, russi, tedeschi e italiani a toccar con mano le attrattive e i servizi offerti ai turisti. L’itinerario per il mercato inglese, dedicato a enogastronomia e cultura nelle zone di Bologna, Ferrara, Rovigo e Mantova, c’è già stato, mentre dal 4 all’8 ottobre, un gruppo di giornalisti russi effettuerà un tour dedicato all’ltalian Lifestyle, alla Motor Valley e alla gastronomia attraverso Bologna, Modena e Mantova. Dal 12 al 15 ottobre sarà la stampa tedesca a compiere un itinerario in bici e in barca alla scoperta del Delta del Po e delle città di Bologna,Ferrara e Mantova. Seguirà un tour per la stampa italiana sul turismo sportivo, con un’escursione in bicicletta nei territori del Delta del Po, Ferrara, Rovigo, Mantova e Reggio Emilia, mentre per far vivere il “Wine Food Festival” dell’Emilia Romagna e la manifestazione di “Zucca in Zucca” di Mantova ci si affiderà a un “blog tour” e ai social media. Per dare enfasi agli eventi sul territorio è stato creato il sito internet http://www.quadrilaterounesco.com sul quale saranno disponibili pacchetti turistici promozionali dedicati all’area che le Regioni stanno mettendo a punto insieme alle realtà turistiche locali.

Puoi trovare l’articolo anche cliccando qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...