Sisma e scuola, almeno 500 docenti in più


Lo annuncia il ministro Profumo per le zone del “cratere”. Ma la Cgil conferma la protesta a Roma . . . Intanto Errani stanzia 140 milioni di euro per 2.000 “casette” prefabbricate da dare a chi ancora è senza

da L’Unità del 16 settembre 2012

Da 500 a 600 docenti in più, destinati alle scuole dell’area devastata dal sisma, arriveranno in via «eccezionale e straordinaria» per l’anno scolastico che inizia domani e che vedrà gli alunni di tutte le zone colpite dal terremoto tornare sui banchi attraverso diverse modalità e strumenti. Il rinforzo di organico è stato annunciato dal ministro dell’ Istruzione, Francesco Profumo. I posti «saranno concessi in base a progetti stilati dalle istituzioni scolastiche nella loro autonomia, previa una valutazione da parte dell’Ufficio scolastico regionale», spiega il responsabile del governo. «UN PRIMO PASSO» Se è così, «è un primo passo – commenta Raffella Morsia, segretaria Flc-Cgil dell’Emilia-Romagna -. Ma è un fatto che, finora, non è stato autorizzato neanche un docente, un collaboratore scolastico, un amministrativo nè un tecnico in più per il terremoto e non è mai successo con nessun sisma». Morsia conferma, per questo motivo, la protesta di domani a Roma contro la mancata concessione di insegnanti supplementari. Alcuni sindaci e dirigenti sindacali delle zone colpite dal sisma si incateneranno davanti al ministero dell’Istruzione. ARRIVANO LE “CASETTE” Intanto hanno preso il via le procedure per la realizzazione di circa 2.000 moduli temporanei abitativi, destinati ad alloggiare provvisoriamente persone la cui abitazione, a causa del sisma, è stata distrutta o dichiarata inagibile (con esito di rilevazione dei danni di tipo «E» o «F»). E’ quanto stabiliscono due ordinanze (la numero 40 e 41 del 14 settembre 2012) emanate dal Commissario delegato alla ricostruzione e presidente della Regione Vasco Errani, per assicurare un alloggio a chi ha avuto la casa distrutta o inagibile e non beneficia di altre misure di assistenza. L’intervento p r e v e d e u n a s p e s a d i 1 3 9 m i l i o n i e 620.000 euro. I Comuni interessati sono: Cavezzo, San Prospero, San Possidonio, Mirandola, San Felice sul Panaro, Camposanto, Novi di Modena, Cento, Finale Emilia e Concordia sulla Secchia. I provvedimenti riguardano anche i moduli rurali, in tutto circa 180. Per dare continuità all’attività economica – spiega la Regione – si potranno collocare prefabbricati temporanei presso gli edifici rurali funzionali alla conduzione delle aziende agricole. Ieri mattina, poi, è stato consegnato anche l’incasso del «Concerto per l’Emilia»: un milione e 189.896 euro, che servirà per sostenere la ricostruzione degli ospedali di Carpi e Mirandola. IL NODO INFORTUNI Domani e martedì prossimo, invece, arriverà nelle province di Modena e Ferrara una delegazione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro, guidata dal presidente Oreste Tofari. Ha il compito di acquisire informazioni sui gravi infortuni sul lavoro avvenuti durante il terremoto, quando il cedimento di alcune strutture produttive, in particolare di capannoni industriali, ha causato la morte di numerosi operai e di alcuni impiegati. Domani pomeriggio, una delegazione della commissione effettuerà una serie di sopralluoghi a Mirandola, Medolla, Cavezzo, San Felice sul Panaro, Sant’Agostino e Bondeno, dove si sono verificati gli incidenti mortali. Poi, martedì mattina, ci saranno le audizioni, nel Comune di Bondeno, con i magistrati che indagano sugli incidenti, insieme ai sindaci, ai capigruppo dei Comuni e alle organizzazioni rappresentative dei lavoratori e dei datori di lavoro.

PAOLA BENEDETTA MANCA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...