Ferrara fa un bilancio dell’emergenza e ricorda Roberto Puviani


Resoconto della Protezione civile nel ferrarese: ancora assistite 800 persone, compiute 8.600 verifiche su immobili, impiegati 1.300 volontari

da regione.emilia-romagna.it del 7 settembre 2012

Ferrara fa un bilancio dell'emergenza e ricorda Roberto PuvianiRoberto Puviani, il volontario della Protezione civile che il mattino del 4 settembre ha perso la vita durante il trasporto di un modulo abitativo da Sant’Agostino a San Carlo, “è a tutti gli effetti una vittima del terremoto, perchè deceduto mentre stava assistendo la popolazione più bisognosa”. E’ uno dei passaggi dell’intervento dell’assessore provinciale alla Protezione civile di Ferrara, Stefano Calderoni, che ha fatto con Claudio Casini, coordinatore dell’emergenza per la Protezione civile, il bilancio a poco oltre 100 giorni dal sisma. Il primo pensiero è stato rivolto a Puviani e all’altro volontario, Roberto Finotti, che era sullo stesso camion scontratosi contro il cavalcavia della Cispadana e rimasto ferito in maniera grave, anche se non è in pericolo di vita.

Per quanto riguarda i bilanci delle scosse del 20 e del 29 maggio, è stato sottolineato che “la prima buona notizia è che la fase acuta dell’emergenza può dirsi superata, anche se sotto il profilo dell’assistenza il campo di Santa Liberata a Cento non è ancora chiuso. L’impegno però è di serrare i tempi anche per le circa 180 persone tuttora ospitate, per garantire loro sistemazioni meno provvisorie”.

Complessivamente risultano ancora assistite circa 800 persone rispetto a un picco di 2.300 subito dopo le violente scosse. Ora il via alla ricostruzione, dato dalla legge di conversione del decreto governativo 74 con la possibilità di ripristinare da subito le abitazioni che hanno subito danni rientranti nelle categorie B e C. Le risorse a disposizione sono quelle stanziate dal governo, con la possibilità di rimborsi fino all’80% dei danni subiti. Un risultato positivo rispetto alle cifre iniziali messe a disposizione, anche se il quadro dei danni è di 12 miliardi nella sola regione Emilia-Romagna.

Nel Ferrarese sono state compiute circa 8.600 verifiche sulle abitazioni che hanno certificato immobili danneggiati per il 60% dei casi e con un 35% di danni gravi. Non si esclude di arrivare all’abbattimento di fabbricati gravemente lesionati. La scelta però prevalente è stata del recupero delle abitazioni, come soluzione tecnica preferita a quella della costruzione di nuovi agglomerati in altri luoghi. Per il capitolo imprese l’impegno è di fare presto per la ripresa delle attività, semplificando al massimo la burocrazia.

Positiva è stata la risposta della macchina della Protezione civile volontaria, con un sistema di colonna mobile entrato in funzione da subito e forte dell’esperienza maturata dal terremoto abruzzese. A giugno è stata raggiunta una punta di 200 volontari impiegati al giorno, mentre la media si e’ mantenuta sui 130 volontari giornalmente sul campo per garantire, fra le altre cose, fino a 2.300 posti letto. Il totale, fa 1.300 persone impegnate e 30 strutture aperte sul territorio.

Sono stati spesi dai Comuni circa 600mila euro nelle prime 72 ore dei due eventi del 20 e 29 maggio e altri 3 milioni successivamente. Per le cosiddette opere provvisionali, vale a dire puntellamenti, messe in sicurezza e interventi per tutelare provvisoriamente l’incolumità della popolazione, si sono registrati costi per 1,8 milioni nelle prime 72 ore dopo le due scosse e altri 3,5 milioni finora documentati, anche se continuano a pervenire al centro di coordinamento provinciale, che nel frattempo ha assunto la regia delle operazioni subentrando alla Prefettura, altre richieste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...