Terremoto, nuovo stop alle tasse: ma solo fino al 30 novembre


Il nulla osta del Consiglio dei ministri. Il ministero dell’Economia adotterà un decreto per la proroga dei pagamenti fiscali nei territori colpiti dal sisma.

Il Resto del Carlino, del 24 agosto 2012

Il consiglio dei ministri ha dato il nulla osta alla proroga dei termini fiscali per le aree terremotate del centro-nord fino al 30 novembre prossimo. Il ministero dell’Economia adotterà un decreto per la proroga dei pagamenti fiscali nei territori colpiti dal terremoto in Emilia-Romagna. Lo comunica Palazzo Chigi al termine del consiglio dei ministri. Il Cdm, sottolinea la presidenza del Consiglio, “ha condiviso l’analisi del ministro dell’Economia, che adotterà il decreto con la sospensione dei versamenti fiscali e contributivi, allineandoli tutti alla scadenza del 30 novembre 2012”.

Il consiglio dei ministri, afferma Palazzo Chigi, “ha esaminato l’ipotesi del differimento delle scadenze degli adempimenti tributari e fiscali che interessano i cittadini e le imprese delle aree colpite dal sisma del 20 e 29 maggio” in Emilia-Romagna.

“L’analisi – spiega la presidenza del Consiglio – sulla attuazione delle misure a sostegno delle popolazioni terremotate, in particolare il Fondo per la ricostruzione destinato ai proprietari degli immobili e ai titolari di attività produttive e le iniziative adottate dalle Regioni interessate, ha confermato una ripresa graduale del circuito economico locale e della vita quotidiana di molte famiglie”.

“Le principali difficoltà – aggiunge Palazzo Chigi – che ostacolano il pieno recupero delle attività produttive consistono nell’inagibilità di case, studi professionali, locali commerciali e industriali. La conseguenza, per i titolari degli edifici non ancora agibili, è un’esposizione al rischio di liquidità ancora elevata”.

Errani: “Ora un ulteriore rinvio”

“La nostra iniziativa, giusta e responsabile, sta dando frutti positivi”. E’ il primo commento del commissario delegato alla ricostruzione e presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani alla decisione del Governo di prorogare al 30 novembre, allineandoli, i termini di pagamento delle tasse e dei tributi nelle aree terremotate.

“Oggi il Consiglio dei ministri – ha detto Errani – ha accolto la prima richiesta che abbiamo avanzato, che e’ quella di riconoscere a tutti la proroga a novembre della sospensione dei pagamenti. E’ questo un primo risultato significativo. Ero convinto che il Governo – ha aggiunto il presidente dell’Emilia Romagna – avrebbe condiviso una richiesta che e’ giusta e responsabile, cosi’ come sono convinto che dara’ una risposta positiva anche alla nostra proposta, altrettanto giusta e responsabile, di un ulteriore rinvio a giugno 2013 per i cittadini e le imprese che hanno subito danni. Nei prossimi giorni, lavoreremo con il ministero dell’economia – ha concluso – per ottenere l’ulteriore proroga che per noi e’ un obiettivo irrinunciabile”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...