Terremoto, oltre 100 le chiese danneggiate


Preoccupazione della Diocesi per la sorte dei lugohi di culto. Aperto conto corrente.

da Estense.it del 2 Agosto 2012

E’ trascorso poco più di un mese dall′ultima scossa di terremoto e, anche se le attività estive delle parrocchie non si sono mai interrotte, anzi hanno incrementato quantità di partecipanti  e durata, resta ancora grande la preoccupazione da parte dei parroci e dei fedeli per le sorti delle loro chiese, soprattutto per quando si dovrà riprendere l’attività ordinaria.

Come attesta don Stefano Zanella, vice-direttore dell’Ufficio per l’arte sacra e i beni culturali della Diocesi, “la situazione è molto grave e, dopo gli accertamenti effettuati, risultano 112 le nostre chiese che avranno bisogno di lavori di recupero, 27 i campanili e 82 tra canoniche e locali parrocchiali”.

“Cercheremo di fare il possibile – ribadisce don Marco Bezzi, economo della Diocesi -, ma possiamo poco senza un aiuto economico. E’ vero che la priorità va alle case e alle fabbriche, che potranno ridare tranquillità alle famiglie e far ripartire l’economia, ma non dobbiamo  dimenticare che anche le parrocchie sono tra i centri fondamentali della vita sociale. Abbiamo avuto tanti aiuti, attraverso la Caritas Diocesana, alle attività delle comunità, penso ai generosi sforzi per procurare le tensostrutture, ma insieme dobbiamo pensare a restituire le nostre chiese alla gente e ridare al territorio i suoi gioielli storico-artistici”.

Per questo scopo è stato aperto un conto corrente presso la Carife intestato a: ARCIDIOCESI FERRARA-COMACCHIO – SALVAGUARDIA DEI BENI ARTISTICI DANNEGGIATI DAL TERREMOTO – CORSO  MARTIRI DELLA LIBERTA’ 77 44121 FERRARA.

Don Marco precisa che “le eventuali donazioni di privati o Enti che confluiranno su questo conto saranno devolute in primo luogo per il  recupero dei beni mobili (arredi, organi, suppellettili, ecc.) e il restauro degli edifici di culto di interesse storico”.

Se poi si vuole contribuire per i bisogni caritativi la Diocesi ricorda anche il conto: ARCIDIOCESI FERRARA-COMACCHIO – CARITAS pro terremoto: IT76C0564013001000000159541 a favore delle popolazioni e delle comunità parrocchiali.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...