«Ricostruzione: priorità a scuole e Comunale» Sindaco e assessori fanno il punto sui danni


da Il Resto del Carlino, 24 luglio 2012

Scuole e Teatro Comunale le priorità. Con due date ben precise da rispettare: il 17 settembre per le prime, il 23 dello stesso mese per il secondo. Inutile aggiungere che per Ferrara, e nel caso specifico per l’amministrazione comunale, non sarà un agosto di riposo. E neanche di tranquillità visto che fino a che gli obiettivi non verranno raggiunti, non si può certo parlare di certezze. A cominciare dai fondi attesi, una parte dei quali già anticipata dal Comune per ripartire subito. «Dalla fase dell’emergenza si passa ora a quella della ricostruzione» ricorda il sindaco Tiziano Tagliani che ieri, insieme gli assessori ai Lavori pubblici Aldo Modonesi e alla Cultura Massimo Maisto, ha fatto il punto della situazione a due mesi dal terremoto, concentrandosi in particolare sugli edifici scolastici (33 su 65 quelli inagibili) e sui palazzi storici. Non prima, però, di aver comunicato il numero delle istanze di sopralluogo pervenute: 8.288 di cui 7.256 già effettuati e dalle quali è emersa «una modesta percentuale di inagibilità». Questo non significa che non ci siano anche nel nostro territorio comunale persone sfollate: sono 245 quelle che hanno trovato ospitalità in strutture ricettive (e circa 100 di loro con l’inizio delle lezioni universitarie dovranno trovare diversa collocazione), più altre che sono state accolte da parenti o amici. Dunque le scuole, per le quali, ha ribadito il sindaco, si è optato «per la messa in sicurezza, evitando di disperdere energie e risorse su altre soluzioni come i container o le tensostrutture». ALL’ASSESSORE Modonesi il compito di riassumere come stanno le cose per gli edifici scolastici comunali che in totale hanno riportato danni per 3 milioni di euro, da aggiungere ai 2 milioni di interventi che erano già stati programmati. «Inagibilità totale per la primaria Mosti che ‘andrà’ all’Aleotti e per la scuola dell’infanzia Aquilone di viale Krasnodar per la quale sono stati noleggiati moduli che saranno ubicati sempre in viale Krasnodar». È poi quasi emergenza (nel senso che necessitano di lavori più importanti) per le elementari Poledrelli, Guarini e di Porotto, le medie Tasso e l’istituto Pascoli-Bonati. Ma l’amministrazione conta comunque di rispettare anche per queste la data del 17 settembre (spostando dal 10 l’apertura scolastica comunale). Dall’assessore Maisto la speranza di riuscire a stare nei tempi anche per il Teatro Comunale: necessitano lavori per 500mila euro, di cui 100mila dovrebbero già essere garantiti dall’apposita sottoscrizione. La corsa contro il tempo (e le disponibilità finanziarie) è per riuscire ad ospitare proprio al Comunale il concerto che il Maestro Abbado terrà a Ferrara il 23 settembre a favore del teatro stesso.

ISABELLA CATTANIA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...