FERRARA VIVE – Dopo il sisma l’Amministrazione comunale rilancia con un anno di grandi appuntamenti


Con ‘Ferrara vive’ dodici mesi di arte, festival, musica e spettacolo per riscoprire la città

Ferrara ha voglia di ripartire ed è pronta ad affrontare il dopo terremoto con passione ed energia. Per questo ha deciso di proporre un calendario di appuntamenti di grande interesse, diversissimi per tipologia ma tutti originali e di qualità, all’insegna di “Ferrara vive – dodici mesi di arte, musica e spettacolo per riscoprire la città”. Il nuovo progetto è stato presentato questa mattina, giovedì 12 luglio, nel corso di una conferenza stampa alla sala stampa Estera di Roma dal sindaco Tiziano Tagliani insieme al vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto e alla direttrice delle Gallerie d’Arte moderna e contemporanea Maria Luisa Pacelli.

Tredici eccellenti motivi in più per scegliere Ferrara
Ferrara vive, il ricco cartellone di manifestazioni ed eventi programmato a partire dal mese di settembre 2012, intende mostrare l’intatta vitalità della città nel progettare eventi culturali di qualità, come anche la sua vocazione di “città d’arte e di cultura”, il ricco tessuto di iniziative nell’ambito dell’arte, della musica e dello spettacolo che l’hanno resa, negli anni, meta prediletta di numerosi turisti italiani ed internazionali.
In questo contesto, ci sono 13 eccellenti motivi in più per scegliere Ferrara.

La capitale estense in epoca rinascimentale, Patrimonio dell’Umanità per la sua storia, per il suo straordinario impianto urbanistico e per i suoi capolavori d’arte e di architettura, affronta il dopo terremoto con la volontà di presentarsi al meglio a chi già la conosce e la ama ma anche a chi ancora non l’ha scelta come destinazione.
Anche se il centro storico e alcuni dei suoi principali monumenti – dal Castello Estense alla Cattedrale, da Palazzo dei Diamanti al Ghetto – sono agibili e regolarmente aperti al pubblico, alcuni dei luoghi simbolo della città sono stati profondamente colpiti. Tra questi vi sono il Teatro Comunale, il Tempio di San Cristoforo alla Certosa, Palazzo Schifanoia e Palazzo Massari, sede del Museo Giovanni Boldini, del Museo dell’Ottocento e del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea “Filippo De Pisis”, le cui opere sono momentaneamente precluse alla vista e all’ammirazione dei visitatori.
Nonostante ciò, la città ha già risposto, prima nella fase dell’emergenza con un grande lavoro per assicurare la realizzazione delle tante iniziative culturali programmate nel periodo estivo, successivamente con l’impegno a garantire, a partire dal mese di settembre, la riapertura di tutti i monumenti ed i luoghi della cultura in città – con la sola eccezione di Palazzo Massari, per il quale già da tempo era stato programmato un incisivo intervento di restauro.

Ferrara ha deciso di affrontare il dopo terremoto con passione ed energia, voglia di ripartire più e meglio di prima, proponendo, accanto ai suoi tesori monumentali e artistici, un calendario di iniziative di grande interesse, rivolte a pubblici differenziati, diversissime per tipologia ma tutte accumunate da due elementi: originalità e qualità.
Da settembre 2012 a tutto il 2013 la città estense diventerà una meta imperdibile per un turismo intelligente, slow, per tutti quelli che vogliono unire il piacere di partecipare ad una manifestazione culturale di rilievo al godimento delle celebri atmosfere metafisiche ferraresi, vagando, senza ansia, alla scoperta degli infiniti angoli nascosti e coinvolgenti di una città che, ad ogni giro di strada o momento del giorno, offre emozioni sempre nuove.

Tra tanti appuntamenti e tante proposte, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo ne presenta alcuni per i quali la definizione di “evento” è assolutamente legittima.
Il programma delle iniziative sarà aperto dal grande concerto con cui il Maestro Claudio Abbado ha voluto manifestare la propria partecipazione e la propria vicinanza alla città di Ferrara, un evento che acquista la decisa matrice simbolica di un nuovo inizio, dal momento che proprio l’arrivo a Ferrara del Maestro Abbado e della Chamber Orchestra alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso ha segnato l’avvio dell’impegno di Ferrara come “città d’arte e di cultura”.

Ferrara vive – Dodici mesi di arte, festival, musica e spettacolo per riscoprire la città
Ferrara si è conquistata negli anni, grazie ad investimenti e scelte politiche e di marketing, un’immagine internazionale di città d’arte e di cultura, collocandosi in una posizione privilegiata rispetto ad altre città di analoghe dimensioni.
La scelta dell’Amministrazione è stata quella di puntare in maniera prioritaria sul turismo culturale, promuovendo e sostenendo manifestazioni capaci di intercettare pubblici diversi per provenienza geografica e per interessi. Anche in questo momento di difficoltà, si è scelto di continuare ad investire sulla qualità delle proposte culturali.
Ferrara si caratterizza da molti anni per una programmazione incentrata sulla compenetrazione fra eventi e manifestazioni artistiche di grande prestigio, strettamente legati al tessuto urbano del centro storico, proclamato dall’Unesco “patrimonio mondiale dell’umanità”. Gli eventi sismici del 20 e 29 maggio hanno arrecato ferite e lesioni all’affascinante “cornice” rinascimentale che racchiude le decine di appuntamenti che scandiscono la vita culturale in città, ma non hanno determinato alcun blocco delle iniziative previste. Grazie all’impegno delle istituzioni, delle associazioni e degli operatori culturali pubblici e privati del territorio, le manifestazioni estive sono state confermate, con alcuni spostamenti rispetto alle location originarie: la rassegna di musica rock Ferrara Sotto le Stelle da Piazza Castello al Motovelodromo, il cinema estivo dal Parco Pareschi al giardino di Palazzo dei Diamanti, il Ferrara Buskers Festival sempre nel centro storico della città, scegliendo accuratamente le vie e le piazzette delle esibizioni dei musicisti di strada che da venticinque anni rappresentano la chiusura “con il botto” della programmazione estiva.
Da settembre di quest’anno avrà inizio il ricco cartellone di iniziative che si snoderà fra il 2012 e il 2013 nei luoghi più suggestivi di Ferrara e che testimoniano la piena ripresa della città dopo questa fase di emergenza: una programmazione che unisce la pratica della “cultura diffusa”, grazie al coinvolgimento degli attori locali pubblici e privati operanti in ambito artistico e culturale, all’intreccio fra cultura e turismo, che costituisce una delle cifre distintive del modello di Ferrara come “città d’arte e di cultura”.
Sarà il concerto diretto dal Maestro Claudio Abbado, che con straordinaria generosità e sensibilità ha voluto sostenere il percorso per la ricostruzione dei luoghi della cultura a Ferrara, ad aprire il calendario, seguito, nel periodo autunnale, da un’esposizione a Palazzo dei Diamanti, dei capolavori delle collezioni d’arte moderna e contemporanea di Palazzo Massari, temporaneamente chiuso per i danni arrecati dal sisma.
Nel periodo autunnale, inoltre, il cartellone annovera i festival Ferrara Balloons ed Internazionale a Ferrara. Il Ferrara Balloons Festival, che viene organizzato nel mese di settembre, è il più importante festival delle mongolfiere in Italia ed uno dei più prestigiosi in Europa. Nato nel 1995, prevede manifestazioni aerostatiche, sportive, culturali e di spettacolo, incontri ed animazioni, nella splendida cornice del parco urbano “Giorgio Bassani”, a due passi dal centro storico. Internazionale a Ferrara, dal 5 al 7 ottobre, giunge nel 2012 alla sua sesta edizione, trasformando per tre giorni Ferrara nella pulsante redazione del giornale da cui la rassegna prende il nome, dove è possibile incontrare giornalisti, scrittori ed opinionisti e confrontarsi con loro sugli scenari politici, sociali, culturali ed economici del mondo in cui viviamo. I teatri, le piazze, gli edifici storici e gli angoli più suggestivi del centro storico diventano così i luoghi ed i fondali naturali per la condivisione delle notizie e delle conoscenze, per “sfogliare dal vivo” la rivista, e per disegnare percorsi che traducano le esperienze globali in ambiti locali e viceversa.
In dicembre, la tradizionale Festa di Capodanno, nella magica cornice notturna del centro storico della città estense, scandirà il passaggio fra l’anno che sta per concludersi ed il nuovo anno alle porte, denso di appuntamenti culturali per la città di Ferrara.
Il 2013 si aprirà con un’esposizione sulle tematiche della cultura e della presenza ebraica in Italia, in fase di definizione, presso la sede della Palazzina dell’ex carcere di Via Piangipane, che ospiterà il futuro Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah.
Ricco il programma anche nel periodo primaverile: il Salone dell’Arte e del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, dal 20 al 23 marzo, incentrato sulla principale risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza; la mostra, a Palazzo dei Diamanti, Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti, atteso progetto di approfondimento sugli intrecci fra l’arte cinematografica del celebre regista ferrarese e le arti visive; la Vulandra, nell’ultimo fine settimana di aprile, che richiama centinaia di aquilonisti da tutto il mondo, in una rassegna – nel 2013 alla sua trentaquattresima edizione – che coniuga elementi ludici, creazione artistica e stupore infantile; la Festa del Libro Ebraico in Italia, nel mese di maggio, giunta alla sua quarta edizione, che mescola – in una formula di grande fascino e suggestione – incontri con gli autori e spettacoli musicali e teatrali che aprono squarci inediti per la conoscenza della millenaria cultura del popolo ebraico; il Palio di Ferrara, istituito nel 1279 e quindi il più antico nel mondo, sempre nel mese di maggio, che nel 2012, grazie alla partecipazione attiva delle altre comunità storiche del palio in Italia, è stata l’occasione per presentare molti progetti di solidarietà legati alle vittime del terremoto.
Il periodo estivo sarà caratterizzato dalle manifestazioni Ferrara Sotto le Stelle e Ferrara Buskers Festival. Nato nel 1996 e ben presto riconosciuto come uno dei festival musicali estivi più qualificati in Italia, Ferrara Sotto le Stelle tornerà nuovamente a presentare nei mesi di giugno e luglio, nella splendida cornice di Piazza Castello, un ricco calendario di appuntamenti, che spaziano all’interno di tutta la musica contemporanea, senza alcuna restrizione di genere, unendo nomi di riconosciuto prestigio e giovani autori di talento, intrattenimento di livello e piacevoli scoperte, grande spettacolo e ricerca, per proporre uno spaccato musicale estremamente vario, ma sempre di altissima qualità. Il Ferrara Buskers Festival, nato nel 1988, con le sue 800.000 presenze è la più grande manifestazione al mondo dedicata all’arte di strada. Per i numerosi spettatori, provenienti da tutta Italia e, in misura significativa anche dall’estero, il festival, che si svolge nell’ultima settimana di agosto, è un entusiasmante giro intorno al mondo alla ricerca di sonorità familiari ed esotiche, un’appassionante caccia al tesoro per scoprire gli strumenti più originali, le performance più fantasiose, i costumi più appariscenti.
Nel periodo autunnale, infine, oltre alla mostra a Palazzo dei Diamanti dedicata a Francisco de Zurbarán, uno dei massimi pittori del Seicento spagnolo, ritornano i due festival Balloons ed Internazionale a Ferrara.

boldini_previati_de pisis due secoli di grande arte.doc

mostra _lo sguardo di michelangelo antonioni e le arti.doc

intervento_paini – losguardo di michelangelo antonioni.doc

programmazione di palazzo dei diamanti.doc

Informazioni
Ufficio Informazioni ed Accoglienza Turistica
Castello Estense, Ferrara
tel. 0532 209370 fax 0532 212266
infotur@provincia.fe.it

U.O. Manifestazioni Culturali e Turismo, Politiche per la Pace
Comune di Ferrara
tel. 0532 418302 fax 0532 418336

Ufficio stampa
Studio ESSECI – Sergio Campagnolo, tel. 049 663499
info@studioesseci.net
http://www.studioesseci.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...