“Borsa interprovinciale della solidarietà” a Ferrara


da Ferrara24ore.it del 19 giugno 2012

Fonte: Ferrara24ore.it

Strategie per ripartire insieme dopo l’emergenza terremoto”: l’affollata e partecipata l’assemblea pubblica tenutasi ieri sera alla casa cultura “Giorgio Cini” mette in campo un impegno concreto a supporto dei commercianti.

La serie di impegni a firma di Ascom Confcommercio Ferrara e del Comitato dei Commercianti del Centro Storico è stato presentato da Davide Urban “Dobbiamo reagire – ha spiegato il direttore provinciale di Ascom Confcommercio – Ferrara c’è e c’è nei fatti l’Associazione a totale supporto dei commercianti ai tavoli istituzionali con le banche, gli enti pubblici, per far sentire con forza la voce del commercio e del turismo di Ferrara. L’associazione ha già messo a disposizione 400mila €uro per le aree colpite dal sisma. Le imprese commerciali sono elementi trainanti per l’economia della città e dobbiamo trovare di concerto con la Regione, la Provincia, il Comune, una corretta reazione nel più breve tempo possibile”.

Tra i progetti presentati e che si svilupperanno in tre appuntamenti tra giugno e settembre “la Borsa interprovinciale della solidarietà che metterà direttamente in contatto l’offerta e la domanda , aiutando così concretamente quanti hanno merce a magazzino ma non hanno strutture agibili a causa del terremoto con colleghi che abbiano necessità di acquisire tali materiali, un modo per continuare a lavorare ma senza dimenticare il tema della solidarietà” ha spiegato Urban che ha ricordato “L’iniziativa mediatica di spot, promossa da Apt Servizi, dal titolo Emilia Romagna regione del sorriso che verranno trasmessi su Rai e Sky per ricreare un clima di fiducia sui turisti”.

“Quello che stiamo vivendo è una crisi nella crisi – ha fatto eco Matteo Musacci presidente del Comitato dei Commercianti del Centro Storico – poiché le nostre categorie commercio, turismo e servizi del capoluogo stanno subendo danni indiretti legati al terremoto ed al clima di paura che si è innescato nei potenziali turisti ed acquirenti. Gli imprenditori commerciali hanno voglia di ripartire se supportati adeguatamente da scelte rapide e decise delle istituzioni che diano conferma e serenità dei programmi di valorizzazione turistica già in essere”.

Sul lato istituzionale l’intervento del sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, con a fianco gli assessori Maisto e Marescotti, ha ribadito l’impegno dell’Amministrazione comunale “Una prima risposta l’abbiamo dato con la borsa del turismo subito dopo la prima scossa del 20 maggio. Da allora abbiamo lavorato fianco a fianco con il mondo imprenditoriale affinché si potesse riprendere. Abbiamo fatto sforzi importanti per riaprire tutte le scuole. Puntiamo con decisione a ripartire da settembre con Ferrara città d’arte come è la sua natura. La città è percorribile e sicura. Se è bassa l’incidenza dell’inagibilità totale (attorno al 2/3 per cento) diversa è l’incidenza dei danni indiretti sui quali comunque siamo impegnati a dare risposte efficaci”.

In questo senso l’impegno espresso dall’assessore alla Cultura Maisto per la riconferma della vocazione artistica e culturale di Ferrara con quattro importanti eventi espositivi che si svilupperanno dal prossimo settembre alle primavera del 2014. Sulla stessa linea il contributo della vicepresidente della Provincia Carlotta Gaiani “Come Provincia abbiamo svolto un’ azione energica per ottenere una circolare dalla Regione che potesse permettere le riaperture in sicurezza svincolando le attività commerciali da una serie di paletti e vincoli che avrebbero allungato oltre misura i tempi della ripresa. E’ stato un azione concertata con le Associazioni di categoria. Non abbiamo lasciato gli imprenditori da soli ma abbiamo ottenuto un’interpretazione condivisa” ha chiuso la vicepresidente. Un impegno per la ripresa economica ribadito dal segretario generale della Camera di Commercio Mauro Giannattasio che ha ricordato “Il bando per la ripresa delle attività produttive in apertura il 2 luglio e che attualmente di 200mila Euro ma che verrà fortemente implementato, il bando per l’aumento del credito di garanzia (per complessivi 500mila Euro), oltre ad un fondo per anticipare i crediti vantati verso le pubbliche amministrazioni”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...